Il traffico da dispositivi mobili è destinato a più che raddoppiare

Home / Blog / Il traffico da dispositivi mobili è destinato a più che raddoppiare

Il traffico da dispositivi mobili è destinato a più che raddoppiare

Pubblichiamo una interessante ricerca di IBM riguardante i dispositivi mobili e il loro impiego sempre più massiccio: ormai è impensabile fare Web, in ogni sua forma, senza pensare di farlo anche compatibile con gli smartphone e i tablet.

Secondo i risultati basati su un’analisi IBM, durante il mese di novembre si prevede che il 15%, una cifra senza precedenti, delle persone che negli Stati Uniti si collegano al sito web di un rivenditore lo faccia attraverso un dispositivo mobile.
Sulla base dei dati ottenuti dall’IBM Coremetrics Benchmark, anche lo shopping online per le ricorrenze di novembre è destinato ad aumentare addirittura del 15%, rispetto a novembre 2010, con la crescente influenza dei dispositivi mobili, quali iPad e telefoni Android.
L’analisi dell’IBM Coremetrics Benchmark raccoglie i dati direttamente dai siti web di più di 500 aziende leader del retail statunitensi. Grazie a una sofisticata tecnologia di business analytics, il benchmark misura in tempo reale i dati di vendita e i risultati del marketing online, per scoprire i trend d’acquisto su un’ampia varietà di canali, tra cui social media, dispositivi mobili e altre fonti online attraverso le quali i consumatori interagiscono con le marche preferite.
In particolare, la quarta Benchmark Campaign annuale di IBM rivela le seguenti previsioni rispetto alle vendite online per il periodo di novembre 2011:
• Crescita dello shopping online: tutte le vendite online in novembre registreranno un’imponente crescita del 12-15%, rispetto allo stesso periodo del 2010.
• Traffico e vendite mobile: un numero record di consumatori utilizzerà per gli acquisti il proprio dispositivo mobile invece del PC per collegarsi al sito di un rivenditore, quasi l’11% delle persone che usano un dispositivo mobile: un incremento del 4,2% rispetto all’ottobre 2010. Inoltre, le vendite tramite mobile sono salite, toccando la quota del 9,6% nell’ottobre 2011, con un aumento del 3,4% rispetto all’ottobre 2010.
• iPhone e Android: per la prima volta, gli utenti Android porteranno lo shopping mobile a livelli simili a quelli degli utenti iPhone. Questi numeri dimostrano che l’iPhone rappresenta il 4,0% del traffico mobile e Android il 3,5%.
• Il fattore iPad: lo shopping sull’iPad genererà più acquisti al dettaglio rispetto agli altri dispositivi mobili. Questo trend si basa sui dati dell’ottobre 2011, dove i tassi di conversione hanno raggiunto il 6,8%, rispetto al tasso di conversione dei dispositivi mobili generali del 3,6%.
• Lo shopping “chirurgico” diventa mobile: Chi fa shopping da dispositivi mobili evidenzierà un focus molto mirato sugli acquisti in questa stagione, che supera quello di altri shopper online, con un bounce rate del 44,2% sui dispositivi mobili, rispetto a un tasso dello shopping online del 37,3%.
• L’influenza dei social media: anche se il settore registrerà modesti aumenti del social buying diretto, l’influenza di questi siti e servizi eclisserà quella di altri canali. Secondo i tassi di conversione di ottobre, il 9,2% dei consumatori che hanno visitato il sito di un rivenditore da un sito di social media ha effettuato un acquisto, rispetto al 5,5% dello shopping online dello scorso anno. Sempre nel 2011, la grande maggioranza di social shopping continuerà ad arrivare da Facebook, che in ottobre ha rappresentato il 77% di tutto il traffico dai social network.
“Questo mese di novembre segnerà il vero avvento dell’era post-PC, con consumatori che dimostreranno un maggiore interesse ad aggiungere i dispositivi mobili al proprio arsenale per lo shopping”, spiega John Squire, chief strategy officer, IBM Coremetrics. “In risposta, i rivenditori preparati devono investire per fornire esperienze di acquisto superpersonalizzate, basate sullo Smarter Commerce, in grado di fidelizzare i clienti attraverso più canali, con promozioni eccezionalmente mirate, consegne gratuite, ecc.”.
Fonte
Questi risultati si basano sui dati dell’IBM Coremetrics Benchmark, l’unica soluzione di benchmarking peer-level, basata sulla business analytics, che misura i risultati del marketing online, inclusi i dati di vendita in tempo reale. Tutti i dati sono aggregati e anonimi.
Il Coremetrics Benchmark usa la piattaforma di business analytics digitale basata su cloud di IBM per raccogliere e analizzare rapidamente le informazioni su come i consumatori rispondono ai prodotti e ai servizi che vengono loro offerti, consentendo ai clienti di prendere decisioni accurate sulle spese di marketing. Come risultato, i team di marketing possono acquisire informazioni più approfondite sui propri consumatori e presentare suggerimenti personalizzati, promozioni e altri incentivi di vendita su un’ampia varietà di canali – inclusi i social network e i dispositivi mobili – attraverso i quali i consumatori possono interagire con le marche preferite.

Rudy Bandiera
Rudy Bandiera
Blogger, consulente Web e giornalista per non farci mancare niente, nel tempo libero leggo, non mi muovo e mi nutro di grassi saturi
Recent Posts
Comments
pingbacks / trackbacks
  • […] trend è lo stesso anche negli Stati Uniti, come conferma una recente ricerca IBM. In tale studio si evince inoltre che nel il traffico web Mobile è destinato a raddoppiare nel […]

Contattaci

Contattaci per avere informazioni sulle nostre attività

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search